Senza categoria

Quanto vorrei saper disegnare.

Quanto vorrei saper disegnare. A volte vorrei esserne capace. Davvero. Disegnerei un filo rosso, aggrovigliato. Un filo rosso aggrovigliato dal mio cuore ai tuoi occhi. Disegnerei la follia. Si può? Disegnare la follia? Disegnerei la meraviglia. Che colore ha la meraviglia? Disegnerei con la matita i tuoi lineamenti. Disegnerei la luna, che questa sera era bellissima. E grande, immensa. Non aveva paura, e ha spaventato me, che l’ho sorpresa a splendere, cerchio perfetto, la regina del cielo. Decide tutto, la luna. Comanda energie, detta cicli. Disegnerei le mani. Disegnerei il caos. Un dolcissimo caos senza fine. Disegnerei me. Alice, la chiave. Che l’ho ritrovata e ce l’avevo in tasca. Disegnerei la non paura. Il coraggio. Una favola. Disegnerei una favola, fuori dal tempo. Disegnerei uno squarcio, che si apre in mezzo al cielo, un portale, una via di fuga dal mondo reale. Disegnerei le dita che si intrecciano. Il filo del destino è rosso, chissà perché? Come l’amore, chissà perché? I fili del destino si intrecciano e qualche volta bisogna strapparsi il cuore, per sopravvivere. Qualche volta bisogna fare finta di niente e sorridere. Qualche volta invece si può piangere. Come adesso, di fronte alla luna. Come davanti al foglio di carta, che sa mantenere i segreti. Sia che li scrivi, sia che li disegni.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...