Senza categoria

Qualcosa..

Qualcosa come il sole. Una palla di fuoco rosso in mezzo al cielo, all’altezza degli occhi. A tingere delle sue meravigliose sfumature tutto il mondo. I campi infiniti. Qualcosa come il profumo improvviso del basilico, dal finestrino. Che a mia figlia fa venire voglia di pasta al pesto e a me fa tornare in mente quando lo preparavo, il pesto. Insieme alla nonna Ida, nel cortile della sua casa vecchia. Strappavo le foglie dopo averle lavate, e ne respiravo il profumo. Gliele passavo, insieme ai pinoli, e all’olio. E la mamma tritava. Poco alla volta, altrimenti si inceppava la lama. Nel cortile piastrellato di quella casa che era il mio rifugio, il mio castello, il mio regno incantato. In quel cortile piastrellato dove, nello “sgabu”, giocavamo a parrucchiera. Dove si stava sedute per terra a piedi nudi a catturare formiche o a preparare pozioni schiacciando i semi delle belle di notte con i sassi. Tanto tempo fa. Quando la mia nonna Ida era la mia super eroina, invincibile e fortissima. Qualcosa come il rumore della corda che picchia sul pavimento, intervallata da quello delle scarpe da ginnastica che vi rimbalzano. Un ticchettio ritmato, che scandisce il tempo e la fatica. Qualcosa come osservare la forza, la costanza, la concentrazione e la passione di un mucchio di uomini che picchiano forte. Qualcosa come i pugni. Secchi. Da imparare. Forti. Da non spingere, ma da sentire. Energia elettrica dalla spalla alle dita. E la rabbia se ne va. Qualcosa come la bellezza delle singole persone che parlano, guardano, ridono, e intanto nascondono una storia. La loro storia. Qualcosa come le frecciatine leggere e senza senso che spezzano il flusso dei pensieri e regalano una boccata d’aria. Qualcosa come le carezze e gli occhioni di due bambine innamorate. Qualcosa come le litigate, quelle per fare pace. Qualcosa come un viaggio. Un progetto. Qualcosa come un pensiero bellissimo, perfetto. Che non lo vuoi rovinare o sciupare o sporcare e allora lo lasci lì. A fruttarti nella mente. Bellissimo e unico. Magico e irripetibile nella sua perfezione.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...