Senza categoria

Mi hanno detto..

Mi hanno detto che non li posso provare, i brividi. Mi hanno insegnato che qualcosa è giusto, e qualcos’altro invece no. Mi hanno insegnato che ci si comporta in un certo modo, ci si veste in un certo modo e non ci si fanno i tatuaggi. Gli altri dicono che non posso pensare queste cose, non le posso provare. Non vanno bene. Una povera bambina disadattata. Che ha avuto qualche difficoltà con sua madre forse. Una povera bambina egoista e disadattata. Che fa i capricci. Mi hanno detto che non posso farli, i capricci. Che oramai sono grande. Mi hanno detto anche di non dire le parolacce. Di non urlare. Non alzare la voce e anzi, già che ci sei, non ti arrabbiare neanche. La rabbia è per i deboli. Lasciala andare. Anzi no, non farla arrivare nemmeno la cazzo di rabbia. Mi hanno detto che se decidi una cosa, poi non puoi cambiare idea. Hai deciso che scuola fare? Che lavoro fare? Che vita fare? Hai voluto la bicicletta? Hai deciso chi amare? Chi vuoi essere? Non lo sai? Certo che lo sai, non vedi? Sei già decisa. L’hai già deciso tu. Mi hanno detto che se prometti prometti, e le promesse non si infrangono. Mi hanno anche insegnato che si sta divisi in due. Ci sono due fazioni, sempre. Buono e cattivo. Giusto e sbagliato. Maschile e femminile. Dio e satana. Si sta sempre divisi in due. Poi mi hanno detto che è colpa mia. Devo avere qualcosa che non va. Sicuramente ce l’ho. Perché non mi pettino. Mi trucco male. Mi vesto a caso. Non so niente. Ho studiato e poi non ho studiato più. Ho scritto, ma il mio libro non è ancora arrivato cazzo, scrivo, ma a chi cazzo gliene frega di leggere? E perché scrivo? E perché me ne frega che qualcuno legga? Mi hanno detto che devo piacere. Mi hanno detto che le mie emozioni sono sbagliate. Non le devo chiamare. Non le devo vedere. Non le devo sentire. Le mie emozioni. Io. Io che sono ricca solo delle mie emozioni. Che mi bruciano anche le ferite che non mi sono state inflitte. Che mi ardono gli amori dentro allo stomaco. Io non devo sentire. Ahahahahahahaha. Ma come? Le persone normali non sentono così, non pensano così. Mi hanno detto che non devo volere. Non devo rompermi. Non devo piangere. Non devo avere l’ansia. Non devo avere paura. Non devo essere. Mi hanno detto che devo dormire. Non devo pensare. Devo liberare la mente. Da un garbuglio. Di fili intrecciati dai pensieri. Mi hanno detto che non devo aspettare la risposta a un messaggio, che non deve importarmi. Non devo piangere davanti alle cose belle. Devo essere forte. Non devo voler essere come qualcun altro, non deve piacermi un telefilm. Ma chi me l’ha detto? Io? Me lo sono detta da sola? Le persone normali non scrivono queste cose. Però questa sera ho capito una cosa importante. I pazzi si. I matti. Loro possono. Loro possono fare tutto. Dire tutto, pensare tutto, scrivere. Urlare. Arrabbiarsi e gridare. Piangere. Essere tormentati e innamorati. Possono perfino essere Rossella O’hara. Possono tatuarsi e farsi i piercing, e colorasi i capelli di viola. I matti possono essere maschi e femmine, Dio e satana, bianchi e neri, giusti e sbagliati, e tutte le sfumature in mezzo. Possono contraddirsi. Infrangere promesse. Cambiare idea. Provare tutti i colori delle emozioni. E allora voglio essere matta. Come ho fatto a non capirlo prima. Ciao, io sono Robi e sono pazza. Contengo moltitudini, come Whitman. Voglio studiare, non dormo di notte così poi mi viene l’emicrania. E faccio i capricci. E sono gelosa. Sono gelosissima. Sono irrazionale e folle. E dico le parolacce. Ecco. I matti possono fare quello che gli piace. Come ballare e cantare o disegnare. Per ore. Solo perché gli piace. Possono essere dannatamente grati. Possono baciare. Possono essere. Possono rompersi. Perché alla fine i folli sono liberi.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...