Senza categoria

City of Angels

La mia scena preferita di City of Angels dura un soffio. È una patatina fritta che cade per terra, mentre la scarpa da ginnastica distratta del cameriere le passa accanto e si dirige al tavolo del locale, dove Seth sta guardando il suo nuovo amico, ex angelo di cui non ricordo il nome, che si sta sfondando di cibo. È un dettaglio. Perché le scene principali le conosco a memoria. L’ho guardato così tante volte e con tale attenzione, ci sono entrata così dentro, che le scene principali, quelle che vedono tutti, non mi interessano più. Conoscere i dettagli. Come quando Maggie dà un morso ad una pera. Una cosa che è abituata a fare e fa da sempre. Però Seth le chiede com’è. Che sapore ha. “Come, non sai che sapore ha una pera?” Si stupisce lei. “Non so che sapore ha una pera per te.” Spiega lui. E allora lei si accorge per la prima volta di stare mangiando una pera. Ci fa caso. E scopre che la pera è “dolce, succosa, morbida sulla lingua. Granulosa come sabbia zuccherina che si scioglie in bocca.” Ascolta i dettagli. Perché sono loro che fanno la differenza.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...