Ci sentiamo, Casomai. · Senza categoria

Un sogno.

Un desiderio tormentato. Un sogno, lontano, irraggiungibile, così tanto da venire occultato, sotterrato, soffocato dalla paura di fallire. Di non essere abbastanza brava. Di non essere all’altezza. Un sogno bambino, coltivato nel tempo. Lasciato in sospeso, ad aspettare. Coccolato, cullato, arrabbiato, abbandonato. Un sogno ingenuo? Troppo grande. Utopia? Forse no. Ho costruito la mia vita. Mi sono costruita, cancellata, distrutta, riscoperta da capo. E propio in un momento di nuova distruzione, messa in discussione, tremolante tormento e punti di domanda, ecco che il mio sogno picchia. Di nuovo. E questa volta decido di ascoltarlo. Il mio sogno nel cassetto. Ed ecco che forse, questa volta, sarà lui, il mio sogno, ad ascoltare me.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...