Senza categoria

Il mio divano

“Io ho un divano. Ce l’hanno tutti, lo so. Fatto sta che sono 5 anni che il mio divano se ne sta lì, in sala. E io mi ci siedo pochissimo. 5/10 minuti la sera, per salutare Christian prima di andare a dormire. Basta. Se sto male, forse. Per me potrebbe non esserci, perché non ho tempo. Non ho tempo per avere un divano. Non ho tempo per niente. Io ho un divano e non ho tempo per sedermici sopra a guardare un film. Mi piacevano tanto, i film. Ne guardavo un sacco prima. La sera, il pomeriggio. Mi ci perdevo dentro. Mi piaceva sopratutto Meg Ryan. I suoi li ho visti tutti. Mi ci mangiavo i pop corn caldi al butto, fatti al microonde con Marta. Ci dormivo, sul divano. Nella pausa tra una lezione di fitness e l’altra, con la voce di Vasco in cuffia. Ci mangerei, sul divano. Adesso che ho casa mia. Ci mangerei, ci guarderei la televisione, ci dormirei, ci farei l’amore sul divano. Se avessi tempo. E invece non ho tempo per fare niente. Perché sono sempre al lavoro. Non ho tempo per ascoltare le storie meravigliose che Vera racconta e i disegni che mi mostra, perché devo fare cose, oppure sono troppo stanca per collegare il cervello e darle retta dopo una giornata pesante. Non ho tempo per giocare con Zoe, non ho tempo per portare Panico a fare “il giro della casa”. Non ho tempo per andare a bere il caffè da mia nonna, che lei lo fa buonissimo e quando lo versa mi dice:”Dimmi stop.” E poi quando dico stop va avanti lo stesso e riempie la razza fino all’orlo e dopo ride… ride con quella sua voce squillante che se ci penso mi risuona allegra nella mente. Perché si vive, per non avere tempo? Perché i pochi attimi liberi sono pieni di tutte le cose da fare che non riesci a fare quando non sei libera perché hai altro da fare? Perché il lavoro si prende il meglio di me e lascia le briciole alla mia famiglia, alla mia vita?”

Pensavo questo, poco fa. Mentre sfoderavo il divano urlando di rabbia, piangendo di disperazione, lacerata dalla stanchezza. Pensavo che è la seconda volta che lo sfodero e lo lavo, da sabato a oggi. Prima Panico, poi Zoe, ci hanno fatto la pipì sopra. Nessuno ha fatto apposta. Fatto sta. Che pensavo. Che sono di più le volte in cui l’ho lavato, di quelle in cui mi ci sono seduta sopra.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...