Senza categoria

Ancora un attimo..

Sono queste cazzute sere di primavera. Quelle dove l’aria è leggera, non fa più tanto freddo, c’è profumo di fiori e il cielo stellato. Io cammino nel silenzio e vedo luci accese nelle case, qualcuno passa in bicicletta, le macchine lontane sulla strada. E penso a quanti intrecci di vite. Sono queste cazzute sere di primavera, che mi si piantano nello stomaco. ‘Fanculo. Queste cazzute sere di primavera e le case con i soffitti alti, le travi di legno. Mi mettono una nostalgia devastante. Come di qualcosa che ho perduto. Mi sono persa qualcosa, qualcuno. L’ho lasciata dietro di me, me la sono persa. Cazzo. In un cortile a disegnare cerchi nella sabbia con un bastoncino di legno, come una sigaretta. Mi mancano. Mi mancano le sere di primavera a guardare fuori dalla mia finestra, alla luce di un lampione. Mi manca l’aria, mi manca il silenzio, mi manca la luce negli occhi. Vaffanculo alle fottute sere di primavera e al vento tra i capelli. Ma le cicatrici guariscono? Oppure no? Restano li a squarciarti l’anima, e ogni tanto fanno male. Per non dimenticare. E ho questa nostalgia che mi si culla nello stomaco e accelera i battiti. Come di una vita perduta, di un tempo passato, di una ragazzina diventata grande. E di una figlia e di un futuro che suona il campanello e spinge, spinge la porta. Batte forte i pugni, che se non apro presto, tanto lui, quella porta, la sfonda. Apro, un attimo, adesso arrivo. Ma lasciami stare ancora un po’ a guardare fuori dalla mia finestra, nel silenzioso buio della sera. Aspetto ancora un attimo, osservo, aspetto, cerco bene, ancora un attimo, magari la ritrovo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...