Senza categoria

Sub-conscio

C’è sempre questa grande casa, tutta bianca, nei miei sogni.

Il campanello suona e apro la porta con l’entusiasmo bambino di chi si aspetta una sorpresa.

Tu.

Ti osservo da lontano mentre scendi dall’auto con la sigaretta accesa. Sei tornata.

Non può essere che un sogno.


I capelli mossi alle spalle, cammini sicura e ti vengo incontro. Voglio rubare un po’ del tuo profumo. Che mescolato all’odore del fumo mi riempie i polmoni e scende giù fin dentro all’anima.
Non mi vedi. Cammini sicura, bellissima, surreale, nel tuo profumo e non mi vedi.

Ti abbraccio e appoggio la testa sulla tua spigolosa spalla, come fanno i bambini per addormentarsi o quando piangono. Ma tu mi scosti, non mi tieni, non mi vedi e mi lasci cadere a terra.


Mi sono svegliata con gli occhi pieni di lacrime.