Senza categoria

Il mio mondo che non c’è..


È un appartamento piccolo, mansardato. Le travi a vista, le pareti in legno. E c’è una finestra grande, che dà sul terrazzo. Le tende bianche cadono senza regole sul pavimento. Il divano è morbido, sprofonda. Bianco anche lui. Non ci sono quadri e dalla finestra si vedono le montagne. La mattina presto c’è un po’ di nebbia, bassa, umida. Si beve volentieri il caffè, a piedi nudi, guardando il lago. Dentro, tante candele bianche e l’incenso. Silenzio e musica leggera. Un tappeto grande, in sala. Tavolo. Libri. Tanti libri, non per forza da leggere, non per forza già letti, qualcuno a metà. E non c’è la tv. Cuscini,morbidi, sul pavimento. C’è sempre una tisana calda che mi aspetta. E io vivo lì. Mi stringo nella mia maglia leggera, bianca, i pantaloni di lino beige, lunghi, a piedi nudi, e le unghie non sono sempre per forza colorate. Bevo la mia tisana calda con i capelli sciolti e il foulard al collo e scrivo. Uso soprattutto le matite, sui miei fogli bianchi. Ma ho anche il pc. E io vivo lì. Non ho paura di restare da sola. Da lì osservo il mondo e non devo fidarmi o non fidarmi di nessuno, osservo e ascolto. E scrivo. Non devo stare attenta a capire chi è o non è sincero, devo solo guardare. E vale tutto. Lì è tutto mio e c’è soltanto una persona che ci può entrare. Qualcuno serve sulla terra a tenermi giù, qualcuno dentro l’anima, per fare a metà.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...